BIO

Giulia Marchi ha una formazione artistica di forte impronta letteraria che l’ha portata ad una espressività che spesso si connota di narrazione, anche quando la forma scelta (spesso la fotografia, ma non solo la fotografia) non rende così immediata la lettura, ma rimanda a successivi accostamenti, come codici che prima ancora di essere decifrati si lasciano interpretare da una sorta di fascinazione, sia per il sapiente uso dei materiali che per la comunicatività dell’immagine, spesso ingannevole alla prima osservazione, ma ugualmente riconducibile alla poetica dell’artista. Tutto nel processo creativo è connesso, intrecciato, caratterizzato da una inequivocabile ricerca e da processi di filiazione a volte difficilmente identificabili. Con il suo lavoro ambisce ad una totalità, un’attitudine al sentire l’immagine prima ancora di comprenderla. Il contaminare con materiali di diversa natura la scena dell’arte è parte integrale del lavoro dell’artista. Fotografare è riflessione; richiede e pretende conoscenza, studio e comprensione profonda. Il lavoro non è unicamente visivo ma trascende la visione, ti conduce in spazi tattili nei quali l’immagine viene plasmata sottendendo un pensiero ben strutturato ma da decodificare. Per citare Italo Calvino potrei pensare al lavoro di Giulia in questi termini: “L’occhio non vede cose, ma figure di cose che significano cose”. (Le città invisibili).

Dit-mansion: lo spazio abitato del parlante
Dit-mansion: lo spazio abitato del parlante

2016

Dit-mansion: lo spazio abitato del parlante
Dit-mansion: lo spazio abitato del parlante

2016

1/4
Fundamental
Fundamental

2017

Fundamental
Fundamental

2017

1/7
Lalangue
Lalangue

2019

Lalangue
Lalangue

2019

1/5
Fluxus
Fluxus

2017

Fluxus
Fluxus

2017

Fluxus
Fluxus

2017

1/5
Tutto procede con un tempo fortissimo
Tutto procede con un tempo fortissimo

2019

Tutto procede con un tempo fortissimo
Tutto procede con un tempo fortissimo

2019

1/5
Multiforms
Multiforms

2013

Multiforms
Multiforms

2013

Multiforms
Multiforms

2013

1/5

MOSTRE IN GALLERIA